Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_bucarest

Rappresentare la Shoah in Austria, Germania e Italia

Data:

04/02/2010


Rappresentare la Shoah in Austria, Germania e Italia

Conferenza a cura della prof.ssa Silvia Bignami (Università Statale di Milano)

In occasione della Giornata della Memoria 2010

Nel ventesimo secolo il monumento commemorativo tradizionale ha subito una radicale trasformazione, mostrando come la memoria possa perpetuarsi in nuove modalità di intervento artistico, che mettono in discussione quella dimensione apologetica storicamente tipica dei monumenti. Sotto la definizione di counter-monument (messa a punto da James E.Young), - una sorta di antimonumento o monumento al contrario, - si possono assimilare alcune opere che, in Germania e in Austria, celebrano il dramma dell´Olocausto e costituiscono una riflessione a posteriori sullo Shoah. Das Harburger Mahnmal gegen Fascismus (1986-1993) e 2146 Steine (1993) dei coniugi Jochen e Esther Shalev-Gerz e il memoriale di Rachel Whiteread (1996-2000) sono esemplari concretizzazioni di questa nuova tipologia, che parte dal concetto che l´unica memoria "solida e pesante" sia quella personale; invece di lavorare sull´idea di celebrazione, essi pensano che l´artista debba evocare quel terribile vuoto lasciato dallo sterminio. Per quanto riguarda lItalia, il Monumento ai caduti realizzato tra il 1945 e 1955 per il Cimitero Monumentale di Milano da BBPR (Banfi, Belgiojoso, Peressutti, Rogers) può essere esemplificativo per riflettere sulla difficoltà di conciliare nel memoriale lindividualità delle vittime e la collettività del ricordo.

ingresso libero

Informazioni

Data: Gio 4 Feb 2010

Orario: Alle 17:00

Organizzato da : New Europe College - Atelier di Studi Giudaici

In collaborazione con : Istituto Italiano di Cultura di Bucarest

Ingresso : Libero


Luogo:

New Europe College - Str. Plantelor 21, Bucarest

293