Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_bucarest

Spettacolo "Strada Nostro Santuario"

Data:

17/03/2010


Spettacolo

In occasione dei 40 anni del Teatro dei Sensibili di Guido Ceronetti, presso l'Istituto Italiano di Cultura di Bucarest avrà luogo Strada Nostro Santuario, uno spettacolo di poesia, musica e mimica con Luca Mauceri, Valeria Sacco e Francesca Rota.
Anche se lo scrittore, traduttore e poeta italiano Guido Ceronetti le ha raccolte in un recente volume (Le ballate dell’Angelo ferito, edizioni Il Notes Magico 2009) le filastrocche, le canzoni e le ballate sono composte per teatranti di strada e come repertorio di cantastorie. Gli argomenti sono tra i più vari: la congiura di Catilina e lo sterminio della famiglia imperiale russa nel 1918, una cronaca torinese del 1965 e l’assassinio di Trotskij in Messico, la storia tragica di Beatrice Cenci. Alcuni di questi testi, spesso citati e diventati popolari, già talvolta eseguiti come teatro di strada, vengono ora portati in scena per la prima volta a Bucarest.

Un palco caotico, sovraccarico, barocco, saltimbanco, colorato; al centro un siparietto dietro cui avvengono i cambi costume. Barbe, parrucche e cappelli appesi a un attaccapanni di legno. Oggetti e cartelloni (...) A proposito dei suoi primi spettacoli messi in scena negli anni ‘70 con il Teatro dei Sensibili e le sue marionette, Ceronetti parlava di “crudeltà bunueliana e di humour noir surrealista, cose a cui l'Italia seguita ad essere irrimediabilmente refrattaria”. E ancora oggi questo si ritrova, insieme alle maschere e alle marionette, sul palco, che più che palco è un pezzo di strada messo al chiuso. Uno spettacolo fatto di impressioni, spunti, canzoni, poesie. Intromissioni di voci da un megafono che raccontano stralci da Cesare Pavese e Tennessee Williams (Elena Dalmasso su "Teatro.Org").

ingresso libero

Informazioni

Data: Mer 17 Mar 2010

Orario: Alle 18:00

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura di Bucarest

In collaborazione con : -

Ingresso : Libero


Luogo:

Sede IIC, Aleea Alexandru nr. 41

303