Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_bucarest

Roma – un Impero – le radici dell’Europa

Data:

17/09/2015


Roma – un Impero – le radici dell’Europa

conferenza del prof. Livio Zerbini

Livio Zerbini insegna Storia romana presso l’Università di Ferrara, dove è responsabile del Laboratorio di Antichità e Comunicazione. Dirige il Laboratorio di studi e ricerche sulle Antiche province Danubiane. È visiting professor all’Università di Cluj-Napoca. Autore di documentari e consulente scientifico di trasmissioni radiotelevisive, ha pubblicato numerosi lavori e ricerche sulla romanità e sulla didattica dell’antichità. Il prof. Livio Zerbini, prendendo spunto dal suo ultimo lavoro “Le guerre daciche” ci illustrerà il rapporto fra Dacia e Impero Romano sotto il governo di Traiano. È una storia di potere, guerre, conquiste e ambizioni. Ma è anche la storia di un popolo il cui sangue si è mischiato con quello italico, dando origine a una nuova entità fortemente sentita dai moderni romeni. Il ricordo dell’impresa è eternato nei rilievi della Colonna Traiana, che costituisce la fonte maggiore per la sua conoscenza. Si parlerà delle guerre daciche collocandole nel più ampio contesto della storia sia dell’area danubiana, sia dell’impero romano, seguendo le vicende della Dacia sino a quando essa venne abbandonata dai romani alla fine del III secolo.

Nella conversazione non mancheranno accenni alla missione archeologica che il prof. Zerbini dirige nella città Halmyris (presso Murighiol), di grande interesse sia per la sua peculiare collocazione geografica, posta sul delta del Danubio, affacciata sul Mar Nero, sia per il suo insediamento, dall’Età del Ferro all’età bizantina. In età romana Halmyris era il punto più orientale del confine danubiano ed era probabilmente il centro di approvvigionamento per la flotta romana sul Mar Nero.

ingresso libero

Informazioni

Data: Gio 17 Set 2015

Orario: Alle 19:00

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura

In collaborazione con : -

Ingresso : Libero

Massimo numero di partecipanti raggiunto


Luogo:

Sede dell'Istituto

514